fbpx

Garcinia cambogia: l’alleato “green” per la tua dieta.

Reading Time: 7 minutes

Garcinia cambogia: l’alleato “green” per la tua dieta.

 

INTRODUZIONE

Gennaio è ormai arrivato, lasciandosi alle spalle anche le ultime festività invernali; ma se la mente è già proiettata al nuovo anno, spesso il nostro corpo porta ancora i segni evidenti di tutti quei vizi che i festeggiamenti si portano inesorabilmente dietro. Lo spauracchio “prova costume” sta già prendendo prepotentemente posto in cima ai nostri pensieri, mentre ci osserviamo con sguardo critico davanti allo specchio. Sospesi tra il desiderio di conoscere la verità e impauriti dal farlo, rimandiamo a “domani” il giudizio troppo equo e severo della nostra, un tempo amica, bilancia, ancora accantonata in qualche armadietto dimenticato delle nostre case. Ma dove la buona volontà ha necessità di essere aiutata, la natura può correrle in soccorso.

 

Fig. 1. Obesità e Sovrappeso: le patologie del nostro secolo.

 

Amante della natura?

Prova i nostri prodotti 100% naturali

 

 

OBESITA’ E SOVRAPPESO

L’Obesità e il Sovrappeso sono patologie complesse, multifattoriali e prevenibili, che ad oggi colpiscono più di un terzo della popolazione mondiale[i]. Secondo alcune stime, nel 2030 il 38 % della popolazione mondiale adulta sarà sovrappeso e il 20% sarà obesa, mentre nei soli USA, l’85% della popolazione adulta sarà obesa o sovrappeso[ii]. Mentre secondo alcuni dati ISTAT in Italia nel 2009 sono risultati obesi circa il 17% degli uomini e il 21% delle donne, mentre sovrappeso il 50% degli uomini e il 34% delle donne.

Il criterio generale per classificare una persona in base al suo peso corporeo, è la misurazione del suo Indice di Massa Corporea (BMI), espresso in Kilogrammi/Metri al quadrato. La classificazione proposta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità oscilla tra valori inferiori a 18,50 kg/m2 (sottopeso) e valori superiori a 40 kg/m2 (obesità severa) [iii]. Tramite questo indice è così possibile calcolare gli intervalli di normalità (cut-off points) e quindi conoscere il grado di sovrappeso e di conseguenza il rischio di incorrere in complicanze più o meno severe.

Sia in ambito clinico che di ricerca, sta diventando sempre più importante la misura della circonferenza vita, come parametro per stabilire l’entità dell’adiposità addominale, in grado di porsi da discriminante tra sovrappeso e obesità. L’adiposità addominale o viscerale, la parte di tessuto adiposo concentrata nella cavità addominale e distribuita tra gli organi, è associata con quella che abbiamo definito come Sindrome Metabolica, una serie di disregolazioni metaboliche che predispongono gli individui verso patologiecardiovascolari[iv]:circonferenza vita > 102 cm per gli uomini e > 88 cm per le donne (in Europa), è da considerarsi un Fattore di Rischio Cardiovascolare.

 

Fig. 2. Classificazione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità per persone adulte, con età superiore a 20 anni, in base al BMI (kg/m2).

 

L’Obesità e il Sovrappeso sono nient’altro che il risultato dello sbilanciamento tra cibo assunto e energia consumata; ad oggi sono unanimemente ritenuti due tra i principali fattori di rischio per lo sviluppo di patologie croniche e complicanze gravi come Diabete, Malattie Cardiovascolari, Ipertensione e Tumori Maligni.
Un aumento della circonferenza vita è collegato ad un maggior accumulo di tessuto adiposo a livello viscerale che si traduce in una crescita sempre più elevata degli Acidi Grassi Liberi e di conseguenza ad un aumento della produzione di lipoproteine a bassissima densità (VLDL) ricche in Trigliceridi. Inoltre, il grasso addominale è sinonimo di cellule adipose che immagazzinano calorie in eccesso, determinando una condizione di infiammazione cronica dell’organismo.
La Fitoterapia può essere un valido alleato nel trattamento di obesità e sovrappeso, per via della vasta gamma di piante medicinali con funzioni differenti sull’equilibrio del peso corporeo, utilizzabili da sole o in sinergia.

Fig. 3. Fitoterapia e Controllo del Peso Corporeo.

 

FITOTERAPIA
La Garcinia cambogia è una pianta originaria di Sud-Est Asiatico, India Meridionale e Africa, appartenente alla famiglia delle Hypericaceae, a sua volta una sottofamiglia delle Clusiacee (o Guttiferali). Il genere Garcinia comprende diverse specie con spiccate attività farmacologiche (G. hanburyi, G. mangostana, G. kola, G. morella…), ma tra queste la specie cambogia sta suscitando l’interesse di un numero sempre maggiore di ricercatori per via delle sue proprietà nel controllo del peso corporeo[v].

Fig. 4. Garcinia cambogia Frutto.

 

La Droga, parte di pianta utilizzata a scopo terapeutico, è costituita dal Pericarpo del Frutto di Garcinia cambogia, la cui composizione chimica è caratterizzata in particolare dal 20- 30% di Acido(-)-Idrossicitrico (HCA), oltre che da pectine e flavonoidi. L’Acido Idrossicitrico è un inibitore competitivo dell’enzima Citrato-Liasi, entrando in competizione con il Citrato per l’attività enzimatica di questo, determinando una minore produzione di Acetil Coenzima A e come conseguenza si sintetizza una ridotta quantità di Acidi Grassi (inibizione della lipogenesi). L’ HCA inoltre aumenta la sintesi di Glicogeno epatico, con riduzione di appetito attraverso la stimolazione dei glucorecettori epatici che segnalano sazietà, meccanismo d’azione mediato dalla Serotonina, il neurotrasmettitore fondamentale nel controllo dell’appetito, oltre che dell’umore. L’aumento dei livelli di Serotonina nel sangue ti permette anche di affrontare meglio situazioni stressanti come l’inizio di una dieta finalizzata alla riduzione del peso corporeo.

La composizione chimica dell’estratto secco di pericarpo del frutto di Garcinia cambogia comprende anche altri costituenti come Flavonoidi, Xantoni e Benzofenoni con spoiccate attività Antiossidanti[vi].

Fig. 5. Acido Idrossicitrico (HCA).

 

Prodotti 100% naturali presso il nostro Laboratorio Galenico online 

 

 

DOSE

La dose giornaliera raccomandata è compresa tra 1,5 e 3 g di estratto secco di Garcinia cambogia, in grado di fornire almeno 900 mg di HCA. Importante risulta dunque fornirsi di prodotti contenenti estratti ad alto titolo in principio attivo (almeno 50-60% in HCA), possibilmente 100% naturali in modo da ottenere l’effetto desiderato su riduzione del peso corpo e inibizione del senso di fame, senza incorrere in alcun tipo di effetto avverso. La Garcinia cambogia non presenta infatti particolari controindicazioni se utilizzata a dosaggi corretti.

 

DAL NOSTRO LABORATORIO
Nel nostro laboratorio galenico realizziamo capsule vegetali contenenti 500 mg di estratto secco di Garcinia cambogia Titolato al 60% di HCA. Si tratta di un prodotto 100% naturale, senza aggiunta di conservanti, privo di lattosio e glutine, adatto anche per vegani. La posologia è di 1-2 capsule vegetali 30-45 minuti prima di colazione, pranzo e cena.

 

STUDI CLINICI
1: Studio clinico in doppio-cieco-placebo del 1999 in cui 135 uomini e donne sovrappeso (BMI compreso tra 27-38) hanno ricevuto 1000 mg di Garcinia cambogia (per un totale di 1500 mg di HCA al giorno) o il placebo per 3 volte al dì 30 minuti prima dei pasti, seguendo una dieta a basso contenuto calorico e ricca in fibre per 12 settimane: alla fine in entrambi i gruppi si è evidenziata una perdita di peso, senza però mostrare differenze significative. Lo studio è stato però criticato in quanto la dieta non prevedeva una quantità sufficiente di carboidrati[vii].
2:Studio clinico randomizzato del 2000 in cui 89 donne sovrappeso (con BMI medio di 28,6) hanno ricevuto 800 mg di Garcinia cambogia (per un totale di 1200 mg di HCA al giorno) o il placebo per 3 volte al dì 30-60 minuti prima dei pasti, seguendo una dieta a basso contenuto energetico (1200 kcal), per 12 settimane: le donne che hanno ricevuto Garcinia cambogia hanno diminuito il loro peso in maniera molto più significativa (3,7 kg) rispetto a quelle che hanno ricevuto il placebo (2,4 kg)[viii].

Ulteriori studi sono tuttora in atto sia su soggetti animali che umani, da un lato con l’obiettivo di chiarire ulteriormente i meccanismi d’azione di questa pianta, dall’altro per dimostrarne l’efficacia quando supportata da una dieta equilibrata e a basso contenuto energetico.

CONCLUSIONE
Negli ultimi anni, la ricerca ossessiva del “rimedio miracoloso” per perdere peso ha spinto sempre più le persone a gettarsi a capofitto nel web, dove le false speranze sono all’ordine del giorno e l’eventualità di incappare in prodotti dannosi per la nostra salute non è poi così remota.

Chi ci garantisce qualità, sicurezza ed efficacia di un prodotto?

Il consiglio principale rimane quello di diffidare dai “falsi miti”, a maggior ragione in un mercato milionario come quello della “diet industry”, in cui si mescolano e confondono troppo facilmente bisogni e patologie reali con desideri immaginari di identificazione a presunti canoni di bellezza. Truffe e frodi ma anche falsificazioni e mistificazioni, la “fabbrica di illusioni” del mercato online non trova confronto con il settore della “perdita di peso”.

Affidarsi a professionisti del settore (Medici, Farmacisti, Erboristi…) può spesso essere determinante per offrirci le linee guida necessarie sia a poter valutare con occhio critico un’etichetta (efficacia e qualità) che ad evitare di compromettere la nostra salute (sicurezza).

Fig. 6. Un corretto stile di vita e una dieta equilibrata, non possono prescindere da una attività fisica adeguata.

Tuttavia, se da una parte la Garcinia cambogia si è dimostrata una pianta in grado di contribuire in maniera significativa all’equilibrio del peso corporeo, da un’altra, questa deve essere considerata come un “valido aiuto”, la cui efficacia non può prescindere dalla necessità di imporsi un regime dietetico a basso contenuto calorico supportato da un’adeguata attività fisica.

 

“Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata ed equilibrata e di uno stile di vita sano.”

 

 

Ti è piaciuto l’articolo?
Lacia un commento!

 

Dott. Nicola Magossi

 

BIBLIOGRAFIA
[i] Ng M, Fleming T, Robinson M, Thomson B, Graetz N, Margono C, et al. “Global. Regional, and national prevalence of overweight and obesity in children and adults during 1980–2013”. A systematic analysis for the Global Burden of Disease Study 2013.
[ii] Wang Y, Beydoun MA, Liang L, Caballero B, Kumanyika SK. “Will all Americans become overweight or obese? estimating the progression and cost of the US obesity epidemic”. Obes Silver Spring Md. 2008 Oct;16(10):2323–30.
[iii]WHO 2000 classifications, in BMI as kg/m2. Questa classificazione è stata adottata inoltre dal US National Heart, Lung, and Blood Institute e dal National Institute of Diabetes and Digestive and Kidney Diseases.
[iv]Adela Hruby, PhD, MPH and Frank B. Hu, MD, PhD, MPH; Department of Nutrition, Harvard School of Public Health, Boston, MA, USA (AH, FBH). Corresponding Author and Contact Information Adela Hruby, PhD, MPH, Department of Nutrition, Harvard School of Public Health, 665 Huntington Avenue, Boston, MA 02115, USA. The Epidemiology of Obesity: A Big Picture.
[v]Updates on Antiobesity Effect of Garcinia Origin (−)-HCA. Li Oon Chuah, Wan Yong Ho, Boon Kee Beh, and Swee Keong Yeap. Evid Based Complement Alternat Med. 2013; 2013: 751658. Published online 2013 Aug 6. doi: 10.1155/2013/751658.
[vi]”Efficacy of Garcinia Cambogia on Body Weight, Inflammation and Glucose Tolerance in High Fat Fed Male Wistar Rats”. Ramalingam Sripradha1 and Sridhar Gopalakrishna Magadi.J Clin Diagn Res. 2015 Feb; 9(2): BF01–BF04.Published online 2015 Feb 1. doi: 10.7860/JCDR/2015/12045.5577.
[vii]Heymsfield SB, Allison DB, Vasselli JR, Pietrobelli A, Greenfield D, Nunez C. Garcinia cambogia (hydroxycitric acid) as a potential antiobesity agent: a randomized controlled trial. JAMA 1998;280:1596-600.
[viii]Mattes RD, Bormann L. Effects of (-)-hydroxycitric acid on appetitive variables. Physiol Behav 2000;71:87-94.

 

 

Segui FARMACIA ADRIATICA sui Social Media:
2020-04-08T22:38:51+00:00
This website uses cookies and third party services. Cookies Policy Ok